Imposta di successione: cosa succederà?

Nel 2001 l’imposta di successione fu abolita dal governo Berlusconi per rimediare ai costi per la riscossione, che superavano i ricavi. Nel 2006 venne reintrodotta ma con notevoli limitazioni, quelle che vigono tutt’ora.
Nel 2018 invece, potrebbe essere soggetta a variazioni.

Al momento non ci sono conferme né smentite, ma le motivazioni per le quali si vocifera sulle modifiche di tale imposta sarebbero riconducibili al progetto del governo, per l’introduzione della Flat Tax, che necessiterebbe di una notevole copertura monetaria e alla volontà di non aggravare la situazione del bilancio italiano, oltre al fatto che, rispetto al resto dell’Europa, l’Italia sia un paradiso fiscale per quanto riguarda le tasse di donazione e successione.

Nel probabile caso in cui venissero approvate le modifiche attese, la tassazione potrebbe variare riducendo la franchigia dall'attuale milione a 400 mila euro, con rialzo delle aliquote in caso di successione tra genitori e figli ed eliminando le altre. In questo caso la tassa verrebbe pagata in qualunque caso successorio. 
Esistono però alcuni metodi per “proteggersi” economicamente da questo rialzo previsto, che consistono nell’operare donazioni di beni tra parenti per sapere con certezza quanto si andrà a spendere, o affidarsi a soluzioni come il Trust e le polizze assicurative sulla vita. 
Il Trust, per esempio, è molto utile per proteggere il proprio patrimonio, ma per essere certi dell'utilità di questo strumento, tanto discusso ma poco conosciuto, è bene essere seguiti da un professionsta esperto che ne conosca approfonditamente i dettagli. 
Dall’altro lato, invece, le polizze assicurative sulla vita offrono il beneficio della liquidazione in tempi più brevi rispetto a quelli previsti per la chiusura della successione, ma allo stesso tempo possono essere soggette a revisioni da parte dei Tribunali o dall’Agenzia delle Entrate per tanto devono essere consigliate con professionalità ed attenzione.


Per evitare sorprese è, come sempre, consigliabile affidarsi a professionsiti esperti nel settore della protezione patrmoniale che siano in grado di consigliare e indirizzare verso le soluzioni più adatte alle proprie esigenze patrimoniali e famigliari. 

Letto 463 volte

Officina del Business

STUDIO CLARUS per mezzo e con il supporto dell’INCUBATORE D’IMPRESA di CHIE_RETE, è in grado di supportare in tutte le fasi, le idee imprenditoriali e le Startup meritevoli di attrarre interesse.
L’esperienza interdisciplinare che contraddistingue il Team di STUDIO CLARUS, è a disposizione di tutti coloro che hanno la volontà di far decollare le loro idee.

Leggi Tutto

Lavora con noi

STUDIO CLARUS grazie ad un ambiente multidisciplinare, è in grado di offrire uno stage curriculare di indubbio valore; il nostro obiettivo è generare un vero e proprio Training On The Job che costituirà un’occasione di conoscenza diretta delle attività e delle dinamiche tipiche del nostro settore.

Leggi Tutto

Newsletter

Iscriviti

Privacy policy
Studio Clarus usa i dati che fornisci al solo scopo di informarti su servizi, novità ed eventi nel rispetto del Regolamento UE 2016/679 “GDPR”.