Falsi siti internet, una truffa sempre più diffusa anche nel mondo assicurativo

Sono sempre più frequenti, facili da raggiungere, soprattutto dai più giovani e quindi meno esperti.
 
 
 
Il fenomeno dei siti pirata in ambito assicurativo, è in preoccupante sviluppo.
Nel biennio 2015/2016 i casi erano sporadici e non troppo preoccupanti. Negli ultimi due anni però, questi, sono aumentati in maniera esponenziale. 
Nel 2017 ne sono nati 50, oggi sono praticamente tutti offline. Nei primi nove mesi del 2018 ne sono già stati trovati oltre 85 online, di cui il 65% sono stati rimossi dalla rete.
La “tecnica” di truffa è molto semplice, vengono clonati nomi noti per attrarre il consumatore a spingersi online ad acquistare la copertura. Il ramo coinvolto è quello della Responsabilità Civile dell’auto. Ramo in cui il cliente tende a cercare il risparmio, luogo quindi perfetto per una truffa di questo genere.
Rendono bene l’idea le dichiarazioni del responsabile della divisione vigilanza intermediari Ivass (istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), Roberto Copia, il quale si domanda quanti dei 2,8 milioni di veicoli immatricolati, che nel 2017 risultavano sprovvisti di copertura assicurativa, potrebbero essere assicurati da una polizza falsa acquistata su uno di questi numerosi siti web.
Nella speranza di risparmiare denaro andando sul web per rinnovare la polizza auto, il consumatore rischia di andare addirittura a perderlo, in quanto potrebbe facilmente incorrere nelle sanzioni previste o ancor peggio potrebbe trovarsi a pagare migliaia di euro per risarcire di tasca propria un danno a terzi.

L’Ivass sta tuttavia cercando di arginare il fenomeno, pubblicando sul proprio sito, ogni qualvolta riceva una segnalazione di sito internet non riconducibile ad un intermediario iscritto al registro, un comunicato stampa per informare i consumatori della possibile truffa.

Ovvio che questo non basta, bisogna dunque che il consumatore sia sempre più attento. Bisogna prestare molta attenzione a ciò che si acquista, verificare con massima prudenza l’iscrizione al registro unico dell’intermediario e diffidare del prezzo super conveniente e fuori mercato che potrebbe celare amare sorprese. Se costa poco o è gratis, meglio farsi qualche domanda in più.
Letto 294 volte

Officina del Business

STUDIO CLARUS per mezzo e con il supporto dell’INCUBATORE D’IMPRESA di CHIE_RETE, è in grado di supportare in tutte le fasi, le idee imprenditoriali e le Startup meritevoli di attrarre interesse.
L’esperienza interdisciplinare che contraddistingue il Team di STUDIO CLARUS, è a disposizione di tutti coloro che hanno la volontà di far decollare le loro idee.

Leggi Tutto

Lavora con noi

STUDIO CLARUS grazie ad un ambiente multidisciplinare, è in grado di offrire uno stage curriculare di indubbio valore; il nostro obiettivo è generare un vero e proprio Training On The Job che costituirà un’occasione di conoscenza diretta delle attività e delle dinamiche tipiche del nostro settore.

Leggi Tutto

Newsletter

Iscriviti

Privacy policy
Studio Clarus usa i dati che fornisci al solo scopo di informarti su servizi, novità ed eventi nel rispetto del Regolamento UE 2016/679 “GDPR”.