DEF 2019: facciamo chiarezza?

L’approvazione delle misure contenute nel Documento di Economia e Finanza 2019 ha suscitato più dubbi che certezze in ambito fiscale.

In particolare, i temi affrontanti in tale documento sono principalmente tre:

  • la flat tax; 
  • la semplificazione del sistema fiscale;
  • l’aumento dell’IVA;

 

Per quanto riguarda il primo punto, dal 2020 dovrebbe essere introdotta la flat tax, ovvero un’unica aliquota IRPEF pari al 15%. Nello specifico tale disposizione riguarderebbe coloro che hanno un reddito di famiglia (e non del singolo contribuente) minore di 50 mila euro.

Sottolineiamo “dovrebbe” in quanto non vi è ancora stata alcuna approvazione a riguardo.
In realatà si è anche parlato di DUAL TAX ovvero la possibilità di non introdurre un’unica aliquota ma due aliquote IRPEF: l’aliquota del 15% per i redditi inferiori a 80 mila euro e del 20% per i redditi superiori a tale soglia.
 
Tali sistemi fiscali, a differenza di quello attualmente in vigore, prevedrebbero una semplificazione delle detrazione.
In particolare, sarebbe concessa una deduzione fissa pari a 3.000 euro sulla base dei componenti del nucleo familiare e del reddito dichiarato per garantire il principio della progressività dell’imposta.
Nel caso in cui la flat tax venisse approvata nella Legge di Bilancio 2020, comporterebbe l’eliminazione dei bonus e di molte detrazioni attualmente in vigore, tra questi il cd. Bonus Renzi, le detrazioni per figli e coniuge, nonché quelle per lavoro dipendente.
Ciò semplificherebbe l’attuale sistema fiscale sia per quanto riguarda il calcolo delle imposte che i controlli da parte degli Enti competenti.
 
Il Ministro dell'Economia ha inoltre affermato che, in assenza di diverse soluzioni, per poter coprire la minor entrata tributaria dovuta all’introduzione della flat tax, con molta probabilità si dovrà affrontare l’aumento dell’IVA ed in particolare l’aliquota ordinaria passerebbe dal 22% al 25,2% mentre l’aliquota ridotta del 10% passerebbe al 13%.
L’obiettivo è un aumento dell’IVA selettivo che non andrebbe ad incidere su tutti i consumi ma soltanto su alcuni. È infatti previsto un incremento dell’IVA applicata alle importazioni in modo da favorire le esportazioni e dunque le imprese.
 
È comunque fondamentale attendere l’approvazione della Legge di Bilancio per poter parlare di notizie ufficiali.
Letto 179 volte
Etichettato sotto :

Officina del Business

STUDIO CLARUS per mezzo e con il supporto dell’INCUBATORE D’IMPRESA di CHIE_RETE, è in grado di supportare in tutte le fasi, le idee imprenditoriali e le Startup meritevoli di attrarre interesse.
L’esperienza interdisciplinare che contraddistingue il Team di STUDIO CLARUS, è a disposizione di tutti coloro che hanno la volontà di far decollare le loro idee.

Leggi Tutto

Lavora con noi

STUDIO CLARUS grazie ad un ambiente multidisciplinare, è in grado di offrire uno stage curriculare di indubbio valore; il nostro obiettivo è generare un vero e proprio Training On The Job che costituirà un’occasione di conoscenza diretta delle attività e delle dinamiche tipiche del nostro settore.

Leggi Tutto

Newsletter

Iscriviti

Privacy policy
Studio Clarus usa i dati che fornisci al solo scopo di informarti su servizi, novità ed eventi nel rispetto del Regolamento UE 2016/679 “GDPR”.