COSA SAPERE PRIMA DI SOTTOSCRIVERE UN MUTUO: UN CONTRATTO COMPLESSO DI CUI È FONDAMENTALE CONOSCERE TUTTI I DETTAGLI

Non solo tasso d’interesse e rata mensile, l’importanza di altri elementi come perizia e polizze assicurative non deve essere trascurata da chi sceglie di chiedere un mutuo.


Come tutti sappiamo, infatti, l’erogazione di un mutuo ipotecario è cosa tutt’altro che semplice. I passaggi che intercorrono prima della conferma sono molteplici, e non tutti scontati. Varare ogni dettaglio di questo intricato puzzle richiede tempo e denaro, ed occorre valutare attentamente ogni sfaccettatura prima di impegnarsi con un tale debito.

Il primo interrogativo da porsi è sempre quello della propria capacità di sostenere una rata mensile a lungo termine che, in linea generale, non deve superare un terzo del reddito mensile netto.

Parlare di copertura del 100% dell’importo dell’immobile è piuttosto raro, sono infatti pochissime le banche che concedono un credito superiore all’85 % del valore.

Inoltre, l’erogazione di un mutuo richiede, intoppi esclusi, un periodo di circa tre mesi. Sarà dunque opportuno constatare la possibilità di reperire una somma, più o meno sostanziosa, da poter investire anticipatamente in un acconto, o nell’avanzamento dei lavori.

Un passaggio cruciale per il mutuo è ad oggi la perizia, su cui le autorità di vigilanza pongono molta attenzione.  Essa costituisce il collegamento tra la trattativa con il venditore e quella con la banca e ha lo scopo di definire il valore effettivo dell’ immobile.

Attraverso la perizia si valuta, per l’appunto, la conformità catastale, edilizia e urbanistica, ponendo quindi un focus sulla commerciabilità dell’immobile e garantendo una certa tutela sia per le banche che concedono un credito, che per gli interessi dell’acquirente stesso.
E’ importante, infatti, conoscere lo stato reale del bene, se è rivendibile, oppure se ha problematiche che ne riducono il valore.

La perizia ha per tanto un ruolo tutt’altro che trascurabile. Pagando un importo medio di 300 euro circa, il compratore otterrà in anticipo informazioni cruciali, documentate ufficialmente, sullo stato reale del bene che vuole acquisire. Tali informazioni, ovviamente, devono precedere l’atto di vendita.

Un altro elemento importante è quello che riguarda le polizze assicurative, obbligatorie e non.
L’unica copertura assicurativa obbligatoria è quella incendio e scoppio .
L’assicurazione sulla vita e sulla perdita del lavoro sono invece del tutto  facoltative.
Queste ultime hanno un costo  tutt’ altro che irrisorio, pari a cifre che vanno dal 2 al 10 % della somma elargita. La logica di incentivare la sottoscrizione di tali polizze è più che corretta dal momento che l’acquirente deve essere tutelato dagli eventi negativi che possono rendere difficoltosa l’estinzione del debito, tuttavia, non sempre le banche hanno attribuito il costo adeguato al servizio, tirando la corda a proprio favore nell’applicare tariffe troppo elevate in rapporto alla protezione fornita.

Al fine di scoraggiare tali tendenze ci sono stati vari interventi tra cui il “Ddl concorrenza”, entrato in vigore il 2 agosto del 2017, nel quale si precisa che la banca ha l’obbligo di dichiarare se percepisce una provvigione e di presentare almeno due preventivi di compagnie non legate alla banca stessa.
Il cliente avrà inoltre la possibilità di scegliere, per la polizza scoppio e incendio, la sua compagnia di fiducia purchè essa rispetti determinati standard richiesti dalla banca.

Nell’ottica della trasparenza bancaria, il cliente dovrà inoltre ricevere dalla banca un rapporto dettagliato del reale patteggiamento monetario che intercorre tra la compagnia assicurativa e la banca, in merito alla vendita delle polizze proposte.

Sono numerosi gli aspetti e i dettagli, spesso non così chiari e palesati, di cui il cliente deve tener conto prima di sottoscrivere un contratto di mutuo con un istituto bancario.

Meglio quindi essere ben informati, non farsi prendere dalla fretta, leggere tutti i documenti prima di sottoscriverli e, se possibile, avvalersi di consulenti indipendenti e competenti che facciano in primis i nostri interessi.


 



 



Letto 135 volte

Officina del Business

STUDIO CLARUS per mezzo e con il supporto dell’INCUBATORE D’IMPRESA di CHIE_RETE, è in grado di supportare in tutte le fasi, le idee imprenditoriali e le Startup meritevoli di attrarre interesse.
L’esperienza interdisciplinare che contraddistingue il Team di STUDIO CLARUS, è a disposizione di tutti coloro che hanno la volontà di far decollare le loro idee.

Leggi Tutto

Lavora con noi

STUDIO CLARUS grazie ad un ambiente multidisciplinare, è in grado di offrire uno stage curriculare di indubbio valore; il nostro obiettivo è generare un vero e proprio Training On The Job che costituirà un’occasione di conoscenza diretta delle attività e delle dinamiche tipiche del nostro settore.

Leggi Tutto

Newsletter

Iscriviti

Privacy policy
Studio Clarus usa i dati che fornisci al solo scopo di informarti su servizi, novità ed eventi nel rispetto del Regolamento UE 2016/679 “GDPR”.